attese per il discorso di Jackson Hole di Powell – il dollaro scende

Oggi alle 16:00 attesa per Discorso del Presidente della Federal Reserve Jerome Powell

Il dollaro è sceso all’inizio degli scambi europei, ma i volumi sono limitati poiché i trader attendono con impazienza il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell che probabilmente indicherà la futura politica della Banca Centrale.

Il discorso di Powell è il momento clou del simposio annuale di Jackson Hole, un raduno di banchieri centrali che si tiene virtualmente quest’anno. È ampiamente previsto che fornisca una guida forte su quando la Fed inizierà a ridimensionare il suo massiccio programma di acquisto di obbligazioni. Questo segnerebbe l’inizio della fine per le misure di emergenza della Banca Centrale messe in atto per mitigare l’impatto dell’epidemia di coronavirus.

Il presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, ha iniziato la discussione giovedì, affermando che la Banca Centrale dovrebbe iniziare presto a frenare i suoi sforzi di stimolo mensile e che i membri si stanno “collezionando” attorno a un piano per iniziare a tagliare i suoi 120 miliardi di dollari di acquisti mensili di obbligazioni. Altri due presidenti regionali della Fed, Esther George e Robert Kaplan, hanno espresso dichiarazioni simili, ma nessuno dei tre ha votato quest’anno nel Federal Open Markets Committee.

Lo stesso Powell è stato accomodante nei dibattiti passati, e gli operatori sono cauti sul fatto che questa posizione continuerà nel suo discorso delle 16:00.

“La reazione FX alle osservazioni di Powell dipenderà probabilmente dal suo tono su: a) la crescita economica degli Stati Uniti alla luce dello spread della variante Delta; b) la tempistica e la durata del tapering; c) eventuali indicazioni su quando inizierà il ciclo di escursioni”, hanno affermato gli analisti di ING, in una nota.

Tuttavia, le perdite sono limitate con il deterioramento della situazione in Afghanistan a seguito dell’esplosione di un attentato suicida fuori dall’aeroporto di Kabul giovedì scorso, che ha ucciso numerosi civili e almeno 13 soldati statunitensi.

Altrove, la coppia NZD/USD salita dello 0,1% a 0,6952 nonostante il primo ministro Jacinda Ardern abbia annunciato il blocco ad Auckland, la città più grande del paese, che probabilmente rimarrà in vigore per altre due settimane.

L’USD/CNY salito a 6,4824 dopo che la banca centrale della People’s Bank of China ha dichiarato che fornirà sostegno finanziario allo sviluppo rurale con strumenti di politica monetaria, compreso il coefficiente di riserva obbligatoria per le banche. All’inizio di questa settimana, lo yuan ha raggiunto il livello più alto in termini di ponderazione commerciale degli ultimi tre anni

Marica Noviello

Altri articoli

Commenti

0 commenti